Cabiddu; Capiddu

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli
Pubblicato Giovedì, 21 Agosto 2014 12:05
Scritto da Super User
Visite: 1868

CABIDDU; CAPIDDU: 

il cognome Cabiddu è presente attualmente in 163 Comuni italiani, di cui 72 in Sardegna: Samassi 97, Cagliari 73, Triei 54, Carbonia 44, Taluna 39, Lanusei 38, etc. Capiddu è presente solo a Samassi ed è chiaramente la trascrizione anagrafica errata di Cabiddu.

Per significato ed etimologia possiamo fare riferimento al latino capillus = capello, capigliatura, pelo etc. Per quanto riguarda la derivazione però non possiamo ignorare che in lingua sarda esiste il verbo scabiddai > su trigu est scabiddendi = il grano porta fuori le spighe > sa capitza (vedi il cognome Cabitza). Nella parlata sarda l’espressione “a càbidu a càbidu e accabidài” significa riempire bene, sino all’orlo. Rammentiamo inoltre che le genti del centro nord della Sardegna sono soprannominate dalle meridionali “Cabillus”, de Cabu’ 'e susu = del Capo di sopra.

Il cognome compare nelle carte medioevali della Sardegna con diverse uscite. Tra i firmatari della Pace di Eleonora, LPDE del 1388 compaiono: de Capillis Joanne, ville Sasseri – (vedi app. I^27) ; Capillu Comita, ville Ecclesiarum – (vedi app. I^28) ; Capillu Francisco, ville Montis Leonis, odierno Monteleone Roccadoria. Caputabas (vedi app. I^20) .

Nel Condaghe di San Pietro di Silki, CSPS, XI°, XIII° secolo troviamo: al capitolo 205 Capillu Frevari e fiios suos, e Capillu Gavini frate de Frevari, coinvolti nella “famosa” lite (kertu de servos et ankillas) intentata dall’appatissa Maximilla, nel tribunale (Corona) di Donnu Iudike Gunnari de Laccon, signore di Torres, per il rifiuto (sciopero) dei servi di servire il convento di San Pietro: ki mi furun andatos pro liberatos e non bolean faker servithu, etc. (vedi Appendice II^); al cap. 35 , sempre de CSPS, troviamo Maria Capillu, che ha avuto figli con prete Migali ed è coinvolta in una spartizione (parthitura) di servi: > Ego Piscopu Jorgi (priore del convento di S. Pietro) ki partivi sos fiios de prebiteru Migali e de Maria Capillu, cun prebiteru Sursitanu (priore della chiesa di Santa Barbara di Ogosilo ( villaggio medioevale della Curatoria di Romangia; oggi Osilo e la chiesa di Santa Barbara è attualmente quella di San Giovanni “nuovo”) et cun Gosantine de Farfare, ki fuit maiore d’iscolca(capo guardia della truppe di confine) in Ogosilo; parthinde a natias (in ordine di nascita): scu. Petru levait a Gavini et a Matrona et ad Ithoccor; sca. Barbara levait a Petru et a Juvanne et a Gosantine et ad Anna ki fuit in fascas (che era ancora in fasce) e deimus illa a nutricare (la demmo da nutrire) ca fuit orfana de mama e de patre e nutricatila (la nutrì) Justa Gilligia e demussindeli su latus ca la nutricait (a lei demmo la metà – del servizio, perché l’aveva allevata) et issateru latus remasit in cumone (l’altra metà è rimasta in comune). Testes, sos cantos vi furun (tutti i presenti).

Nel Condaghe di San Nicola di Trullas, CSNT, XI°, XIII° secolo, ai capitoli 311, 315, 316, 319 e 327, troviamo Ithoccor Capillu, coinvolto per lo più come testimone in un acquisto (comporu) al 311, una permuta (tramutu) al 315, un acquisto al 316, un acquisto al 327.

Nel Condaghe di Santa Maria di Bonarcado, CSMB, XI°, XIII° secolo, è presente Ithoccor Capillu, ma non sappiamo se si tratti della stessa persona citata nel CSNT. Nel Condaghe di San Michele di Salvennor CSMS, XI°, XIII° secolo, al cap. 246 troviamo Jorgi Capillu, citato come teste in una compera da parte del monastero da privati: Compro de Juste Silique, que partia in birga Sosa y le dio un tremisse entre grano y queso (in cambio gli do un tremisse > era la terza parte del soldo aureo sardo – tra grano e formaggio)…testes: …Dorgotori de Ligios, su ermanu de Matrona, y George Capillu y andres Cocoju, etc.; al cap. 165, troviamo Juan Capillu, citato come teste in una compera da parte del monastero: > compre de Comida de Musquianu con voluntad de su mujer dos dias (due giorni di servizio la settimana) de Gavino Farre hijo de Juan Farre y le di ocho estareles de trigo y ocho de seuada; y compre dos dias de Pedro Farre ermano de Gavino y le di (gli do in cambio) doze codos de pagno (ritagli di panno) y quatro estareles de grano, etc. testes: Itocor de Codrongiano y Andria Sella y Juan Capillu; al capitolo 341 c’è Petru Capillu, la cui vigna è confinante con una terra donata da donnu Barusone de Varru al convento di san Michele: - Donasion de Barusone de Varru. Yo el abad Ugo trate a Barusone de Varru, el de Save (quello di Save > villaggio scomparso di Sassari, dove oggi sorge la borgata di Tottubella): y mediò por su alma la viña de Coraque (località tra Tissi e Usini)con la parte quanto le pertenecia de viña y fruta de tres partes una y medio la possession de cinco partes una, de la fuente a baxo. Y medio la tierra qu’està Junto alla Nuestra de Valle de Funtana Junto ala viña de Pedro Capillu, etc.

Nel Codice Diplomatico di Villa di Chiesa, relativamente all'anno 1603 (sec.XVII° - paragrafo XVII° I) è nominato Cabillo Giuliano: > dret de exida de formatges qual s'pagan a de 5 sous per carro. Dì sapte al ultim de maig 1603. Deu Julià Cabillo per un carro formatges trau....1.,5 s. Etc. Si Tratta delle note di uscita di bestiame e di merce varia dalla città etc. > dall'originale esistente nell'archivio comunale di Iglesias a firma di  Antiogo Passiu Porxella administrador <.

 

 

Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net