Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Ebau

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

EBAU:

è un cognome raro, presente in 13 Comuni italiani, di cui 8 in Sardegna: a Cagliari e centri vicini.

Sulla derivazione del termine ebau ci sono diverse ipotesi, ma noi crediamo che derivi da de bau, con elisione (molto frequente nella lingua sarda) della consonante della preposizione de, ad indicare la provenienza. Bau in lingua sarda significa guado ed è la variante di badu o vadu e deriva dal latino vadum.

Il termine è molto frequente come toponimo nei documenti antichi della lingua e della storia della Sardegna, come del resto nella toponomastica attuale.

Bau è anche nome di diversi centri abitati, esistenti o scomparsi, della Sardegna:

Bau de Cannas: villaggio abbandonato del Sulcis, i cui resti si trovano in territorio di Narcào; nel libro di Giovanni Francesco Fara “in Sardiniae Chorographiam” al capitolo “Sulcis et Villesglesiarum urbes et dioecesis”, parag. 16,  si fa menzione del villaggio Bau de Cannas: …Bau de Cannas, Petrargius, Garamatae, Suergii, Arenae, Flumentepidi, etc. Il villaggio è di nuovo menzionato ai capp. Petrus Rex e Ioannes Rex II. In periodo giudicale appartenne alla Curadorìa di Sulcis nel regno giudicale di Càlari; nel 1258 divenne territorio privato dei possedimenti signorili dei pisani della Gherardesca; poi passò al giudicato di Arborea sino alla caduta di questo in seguito alla sconfitta di Sanluri del 1409: il territorio fu incorporato nel regno catalano aragonese di Sardegna; il paese era già stato abbandonato per effetto della guerra tra arborensi e aragonesi.

Altro centro abitato con questo nome è Bauladu (ladu = largo, grande) paese, villa, “bidda” di origine probabilmente punica. In periodo medioevale appartenne alla Curadorìa di Milis nel regno giudicale di Arborea, sino alla caduta di questo. Oggi Bauladu è un piccolo centro di 711 abitanti, della provincia di Oristano.

Altro ancora è Baunei, attuale centro abitato di 3736 abitanti della provincia d’Ogliastra: è un bellissimo paese della parte bassa del golfo di Orosei, poco a nord di Tortolì. Il suo territorio fu frequentato sin dal periodo nuragico. In periodo medioevale appartenne, come villa, bidda, alla Curadorìa di Ogliastra, nel regno giudicale di Càlari; dal 1288 andò a far parte dei possedimenti oltremarini della repubblica di Pisa; dal 1324 fu paese del Regno catalano aragonese di Sardegna; poi per un periodo di circa 40 anni fece parte del giudicato d’Arborea; terminato questo per effetto della disfatta di Sanluri, 1409, tornò a far parte del Regno di Sardegna.

 

 

Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   
Copyright © 2019 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc