Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Tanca

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

TANCA:

deverbale, da tancàre/ài = chiudere, recintare.

Sa tanca è un podere chiuso da siepi o da muri. Viene dal catalano tancar. Da tancare deriva anche tancadura = serratura, sempre dal catalano tancadura. Tanca, tancai, tancadura etc. sono termini che non esistono nei documenti antichi della lingua e della storia della Sardegna. Al posto di tanca troviamo cunjau in campidanese, cundzao, cuniatu o cuniatu, in logudorese dal sardo antico cunjai e cundzare dal latino cuneare, con identico significato di podere chiuso, generalmente coltivato. Fai s'incunja, significa raccogliere e conservare il frutto del terreno coltivato, ad esempio mietere il grano e riporlo nel granaio.

Tanca, pur ereditato dal catalano, è comunque presente come toponimo in tutto il territorio della Sardegna.

Troviamo inoltre il cognome nei documenti medioevali della storia e della lingua della Sardegna. Tra i firmatari della Pace di Eleonora, LPDE del 1388, troviamo: Tanca Siloesus - de Aristanni (vedi app. I^1); Tancha Guantinus - de Aristanni; Tancha Paulo, majore (sindaco, amministratore di giustizia) ville Ogiastra, Ogiastra. odierno Ollasta Simaxis. Contrate Campitani Simagis (vedi app. I^24). Sempre nel CDS (Codex Diplomaticus sardiniae) del Tola, al volume II°, relativamente all’anno 1524, è nominato Tancha Gavinus venerabilis prior S. Mariae de Scalas (oggi S. Maria di Betlem - in Sassari, vedi app. III° anno 1524).

Nel Condaghe di San Pietro di Silki, CSPS, XI°, XIII° secolo, figurano: Tanca Janne, testis ( cap. 108°): teste in una lite (kertu de servis) per la spartizione della servitù: > Ego Ithoccor de Fravile. Tennit Corona (lite in tribunale) mecu Petru de Carbia e Niscoli d’Ertas , pro Jorgi Pirastru e pro fiios suos, ca (per il fatto che), Etc. > Testes: su curatore et issu frate e Gosantine de Maiorica e Janne Thanca e cantos vi furun in sa corona. Al capitolo 79, troviamo: Thancas Ladas Comita, coinvolto in una lite per la spartizione della servitù (kertu de servis): > Ego Petru Muthuru ki kertai in Corona de iudike Gosantine, cun Ithoccor de Kerki e cun Ithoccor de Carbia e cun fiios de Mariane d’Ussan Maiore e cun Thippari de Carbia e cun Ithoccor de Gunale e cun frates suos e cun Dericcor de Maroniu e cun Comita Thancas Ladas.

Nel Condaghe di San Michele di Salvennor, CSMS, XI°, XIII° secolo, al capitolo 16 è nominato Comida Tanca: > Tuve pleyto (lite – kertu) con Bera Coniu (Congiu) que era libre por ser casada con el siervo de San Miguel por la prole que hizo con Comida Tanca Criado o esclavo de San Miguel (Vera Congiu libera che si è sposata con Comida Tanca, servo di San Michele) etc. Al capitolo 183 troviamo Travesa Thanca: > Dio (dono) Donna Elena de Tori a San Nicolas por su alma (per la sua anima) a Traveso Tanca entero (per l’intero servizio) y a Castula de Nurdole entera, etc.

Attualmente il cognome Tanca è presente in 74 Comuni italiani, di cui 26 in Sardegna: Sassari 74, Thiesi 45, P. Torres 44, Cagliari 29, etc. Nella penisola, Roma ne conta 17, Genova 15, etc. 

 

 

Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2018 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc