Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Agabbio; Agabio

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

AGABBIO; AGABIO:

Vi è incertezza sul significato e l'etimologia del nome Agabio:

secondo alcuni è di origine  longobarda;

secondo altri deriva dalla lingua turca, nella quale  agha significa grande, alto;

in lingua semitica hagab significa grillo, nel significato di colui che parla. Ricordiamo in proposito il profeta Sant'Agabo di Gerusalemme, 1° secolo dopo Cristo, famoso per le sue prediche e le sue profezie (Atti degli apostoli - 12,7, o Dalle lettere di San Paolo: "Carità de primi cristiani "  > "In questo tempo alcuni profeti scesero ad Antiochia da Gerusalemme. E uno di loro, di nome Agabo  alzatosi in piedi, annunziò per impulso dello Spirito Santo che sarebbe scoppiata una grave carestia su tutta la terra. Ciò che di fatto avvenne sotto l'impero di Claudio... etc. etc.)

Resta inoltre famosa nella Storia della Chiesa la figura di Sant’Agabio vescovo di Novara (Piemonte) nella prima metà del IV° secolo: “ Pastore sapiente e coraggiosa guida del gregge a lui affidato, sino alla morte”. Le sue spoglie riposano nella cattedrale di Santa Maria di Novara. Fu successore di Gaudenzio, primo vescovo di Novara.

Sant’Agabio è inoltre un antico quartiere di Novara, sito lungo la “statale” per Milano. N.d.R. Novara pur essendo provincia del Piemonte dista poco meno di 40 Km. da Milano e ben 80 da Torino. Ecco perchè si dice comunemente che gli abitanti di Novara e provincia siano più lombardi che piemontesi.

Il cognome AGABIO è tipico di Ghemme e di alcuni altri piccoli centri del novarese, ma lo troviamo anche a Milano e provincia.

È presente anche in Sardegna, nel capoluogo sardo ed a Sassari, qui con un solo nucleo familiare.

La provenienza in Sardegna sembra lombarda, ma non sappiamo quando i primi Agabio sono arrivati  nell'isola. Una famiglia degli Agabio cagliaritani si è spostata in provincia ai primi del Novecento, a Gonnosfanadiga, per l’esattezza; ma in questo borgo del Medio Campidano è stato trascritto con la doppia “b” > Agabbio <, così come è attualmente. Gli Agabbio di Sassari traggono origine dal ceppo di Gonnosfanadiga.

Gli Agabbio di Gonnosfanadiga, poi, affermano di provenire dal piccolo centro lpiemontese  della provincia di Novara: Ghemme appunto, che, dalle nostre recenti indagini, annovera il numero più alto di persone con tale cognome.

Integrazioni fornite (con ampia documentazione) dal signor Agabbio Angelo di Gonnosfanadiga:

"Sardegna: Da Ghemme prov. Novara per Cagliari. 

Mio bisnonno  Agabbio Carlo Maria nato a Ghemme 14 Febbraio 1812.     Sergente del Reggimento Brigata Casale -arrivò in Sardegna nel 1865. Nel congedo risulta Agabbio con due B ma lui firma con una B -  Una mia Zia scrisse alla Parrocchia Di Ghemme per avere  notizie ed il Parroco rispose ..... vedi lettera ..."Agabio Antonio sposò in seconde nozze Gnocca Apollonia; nacquero 5 figli Maria Caterina, Giuseppe Maria, Carlo Maria, Angela Maria e Antonia Maria". In Sardegna si trasferì Carlo Maria per fine ferma militare in quanto ferito ad una mano. Si sposò con Marini Rita (sarda) ed ebbero sei figli: Franceschino, Marco (mio nonno) Luigina - Efisio - Antonio- tutti nati a Cagliari - Mio Nonno si  sposò con una Casula ed ebbero due figli Giuseppe (mio padre) e Maria".  

 

                                                                         Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2018 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc