Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Gessa

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

GESSA:

mura-gessa, mura-ghessa, muri-ghessa, muri-gersa  è il gelso, nelle varietà morus alba, morus nigra etc. (vedi il cognome Mura). Potrebbe essere una variante di Chessa, (vedi Chessa).

È bene notare che Gessa è anche il nome di un centro abitato scomparso; il paese, villa – bidda, era ubicato nei pressi della miniera di Buggerru. Appartenne alla Curadorìa di Cixèrri, nel regno giudicale di Càlari. Poi fece parte dei possedimenti del conte Ugolino della Gherardesca, e poi ancora fece parte dei possedimenti del Comune di Pisa. Successivamente entrò a far parte del Regno catalano aragonese di Sardegna. Andò definitivamente spopolandosi verso la fine del secolo XIV°.

Nella storia medioevale ricordiamo Il visconte Gessa di Iglesias ed il nipote Nicolò Gessa, che ampliò di gran lunga i possedimenti del nonno. Dei visconti Gessa troviamo traccia nel “De Rebus Sardois” di Giovanni Francesco Fara: al capitolo “Alfonsus Rex”, relativamente all’anno 1444; > Anno autem sequenti abbatia Santae Mariae de Cerigo ordinis Sancti Benedicti fuit Eecclesiae Ampurieni unita; eodem anno Pantaleus Fancellus oppidi de Siligo nobilitas honore a rege decoratur et Bisconta Gessa Villesglesianus habuit oppida Nuguis et Fluminis Maioris regionis Sulcis atque oppida Gonnesae et Gulbisae regionis Sigerri. Etc. più avanti, relativamente all’anno 1492 (Ferdinandus Rex), > eodem quoque anno Biscontes Gessa Villesglesianus habuit oppida Guidilis et Siguris et Nicolaus Scargione oppida Marguntis et Petrae – Longae a Iacobo Aragallo vendita. Etc. Altre informazioni sui nobili Gessa di Iglesias ci vengono dal Codice Diplomatico di Villa di Chiesa: relativamente agli anni 1409 1430, è nominato Benedetto Gessa Visconte (XV° sec. paragr. II riga 10, etc.); relativamente all'anno 1537, è nominato Gessa Bernardino (XVI° sec. paragr. XXII riga 496); relativamente all'anno 1587, Gessa Cesare Sebastiano (XVI° sec. paragr. XLIII righe 289, 315 etc.); relativamente all'anno 1538, Gessa Giovanni (XVI° sec. paragr. XXIII riga 15), etc. etc.

Attualmente, come cognome, è diffuso in 107 Comuni d'Italia, di cui 49 in Sardegna (centro sud): Mandas 107, Cagliari 81, Quartu S. E. 53, Domusnovas 40, Carbonia 31, Assemini 24, etc.

 

 

Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2023 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc