Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Serra

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

SERRA:

Serra (di Ettore Rossoni): “Diffuso in tutt'Italia, con una grossa preponderanza in Sardegna; dovrebbe derivare da un soprannome originato dal vocabolo latino serra (sega) e starebbe ad indicare probabilmente il mestiere di falegname. Tracce di questa cognominizzazione le troviamo ad esempio a Pavia in questa Cartula Sententiae dell'anno 1282: "...Super quo libello lis contestata fuit per narationem et responsionem. Unde Guilielmus de Serra, consul iusticie Papie, ex parte publica sedendo pro tribunali, visis, cognitis rationibus et allegationibus utriusque partis...".

Integrazioni di Aldo Magnoni): “Può derivare dal toponimo di epoca latino-romanza indicante passo. Serra è anche il deverbale di serrare ossia chiudere, quindi nella fattispecie toponomastica chiusura di valle. Quindi il cognome Serra è in parecchi casi riconducibile a colui che abitava proprio in tali località”.

SERRA: con riferimento ai ceppi sardi Serra significa sega e deriva dal latino serra (lama dentata), ma in sardo il suo vero significato è serra inteso in senso di altura, collina, montagna: sa serra de su monti significa il crinale della montagna. Serroni, serraccu (segaccio o saracco). In catalano abbiamo xarrac o xerrac. Sa serra de sa camba (la tibia); sa serrètta (la seghetta).

Il cognome è  presente in maniera cospicua nelle carte antiche della Sardegna. Tra i firmatari della Pace di Eleonora, LPDE,  del 1388, figurano ben 144 Serra, generalmente con il "de" che precede; trai quali citiamo: Serra (de) Anthioco, majore (sindaco, amministratore di giustizia) ville Gestori (Gesturi - Contrate Marmille, vedi app. I^22); Serra (de) Barsoco, majore ville Capula, villaggio distrutto « castello » del Meylogu. Contrate de Ardar et Meylogu –vedi app. I^17; Serra (de) Barsoco, majore ville Gemussi (Gemussi.distrutto: Jemussi o Gimussa? Partis de Montibus), vedi app. I^19; Serra (de) Bartholomeo, majore ville Goçula (distrutto. Goçuna: Partis de Montibus);  Serra (de) Fuliado, locumtenente potestatis Burgi Castri, Burgi de Gociano, odierna Burgos - fondata da Mariano IV, padre di Eleonora -Curatorie de Anela – vedi app. I^10). Serra (de) Juliano, majore ville Modolo (Modulo - Contrate Castri Serravallis) –vedi app. I^7; Serra (de) Nicolao, majore ville Pauli (Odierna Paulilatino - Contrate Partis de Guilcier) –vedi app. I^16; Serra (de) Petro, majore ville Sarule. Serra (de) Sadurru, majore ville Turri (odierno Turri. Contrate Marmille) – vedi app. I^22; Serra (de) Urgarino, majore ville Almos (distrutto. Contrate Partis de Montibus); Serra Benedico, majore ville Stolo o Stolu.(villaggio distrutto .. Laconi et Contrate Partis Alença) –vedi app. I^14.  Sempre nel Codex Diplomaticus Sardiniae del Tola, al vol. II, troviamo: relativamente all’anno 1410 29 marzo, fra i notabili oristanesi garanti e forse anche ostaggi del re aragonese, per Leonardo Cubello, Brossello de Serra, Iuliano de Serra, Margiano de Serra, massaio, vedi app. III^ Anno 1410 29 marzo; relativamente all’anno 1410 30 marzo, fra i notabili oristanesi, riuniti nella chiesa di San Martino ad Oristano, i quali giurarono fedeltà al re aragonese, in nome di Leonardo Cubello, troviamo Muroni de Serra Leori de Serra, vedi app. III^ Anno 1410 30 marzo; relativamente all’anno 1410 31 marzo, fra i 557 homines di Oristano, che garantirono fedeltà al re aragonese, in nome di Leonardo Cubello, abbiamo: De Serra Andrea, De Serra Antiogo, De Serra Arsoco, De Serra Barcolo, De Serra Bartolo, De Serra Beneytus, De Serra Burgarino, De Serra Canyaco, De Serra Gonario, De Serra Guantini, De Serra Iacob, De Serra Iacobo, De Serra Iohanne, De Serra Iohanne, De Serra Iohanne, De Serra Iulianus, De Serra Lehonardo, De Serra Nario, De Serra Nichola, De Serra Nichola, De Serra Nicholaus, De Serra Paulo, De Serra Paulo, De Serra Poncius, De Serra Tomaio, vedi app. III^ Anno 1410 31 marzo.

Nel Condaghe di S. M. di Bonarcado *CSMB, XI°, XIII° secolo, sono presenti 46 Serra (de), tra i quali ricordiamo i più importanti di tutti i (de) Serra dei tempi antichi: Serra de Lacon Barisone, figlio di Serra Comita de Lacon, Giudice d'Arborea, e a sua volta Giudice, dopo la morte del padre; Serra de Lacon Petru, figlio di Barisone e a sua volta giudice d'Arborea. I (De) Serra erano tra le famiglie più potenti della Sardegna del periodo giudicale, subentrati ai Lacon de C(i)ori o Zori o Thori.

Nel Condaghe di San Pietro di Silki *CSPS, XI°, XIII° secolo, i de Serra nominati nel Condaghe sono quasi tutti appartenenti a famiglie potenti del Giudicato di Torres e sono i seguenti: al cap. 140, Serra (de) Barusone (frate de Coke e mandiga – Coi e pappa); ai capp. 120, 190, Serra (de) Mariane; ai capp. 79, 96, Serra (de) Petru, donnu, curatore de Jerusale; ai capp. 406, 407 e 426, c’è Serra de Petru, su de Silki; ai capp. 388, 390, 391, 392, 395, 434, 436, c’è  Serra de Comita armentariu de scu. Petru e curatore de Frussia; ai capp. 350, 370, 387, 394, c’è Serra de Comita, curatore de Sarule (forse è lo stesso  di prima); ai capp. 401 e 419, c’è Serra de Comita, Pirastru; al cap. 400 c’è Serra de Comita, Pirella, armentariu de scu. Petru de Silki; al cap. 400, c’è Serra de Comita, su de Ithir, fiiu de donnikellu Mariane; al cap. 395, c’è Serra de Dorgotori, su de Cleu, donnu, previteru; al cap. 426 c’è Serra de Gantine; al cap 348, c’è Serra de Gitimel; ai capp. 401 e 408, troviamo Serra de Gosantine; al cap. 187, c’è Serra de Gosantine Mirkis; al cap. 276 c’è Serra de Gunnari su de Gelesi; ai capp. 384, 417, 426, 439, c’è Serra de Gunnari, diverso dal precedente; al cap. 432 c’è Serra de Ithoccor; al cap. 247 c’è Serra de Ithoccor Bardane; al cap. 191 c’è Serra de Justa; al cap. 377, c’è Serra de Juvanne, generu de Mariane de Varru; ai capp. 191 e 404 c’è Serra de Maria; al cap. 191 c’è Serra de Mariane Grassu; al cap. 311 c’è Serra de Mariane, fiiu de Petru Cavallare; al cap. 439 è presente Serra de Petru; al cap. 305 c’è Serra de Petru Boe; al cap. 312 c’è Serra de Petru su de Tamarikes; ai capp. 309 e 310 è presente Serra de Petru dessa Cupa; al cap. 209 Serra de Petru Digiti Truncu; al cap. 302 c’è Serra de Petru Girusale, curatore; al cap. 309 c’è Serra de Petru Ossirosu; al cap. 387, c’è Serra de Petru Pirella, curatore de Frussia; al cap. 421 c’è Serra de Petru, su d’Eristala; al cap. 191, c’è Serra de Sanna; ai cap. 14, 18 e 421 c’è Serra de Borthòlu, su de Silki; ai capp. 14 e 18 c’è Serra(de) Bruncuchiu Gunnari; ai capp. 82, 258, 284, 311, 345, troviamo Serra(de) Petru Cavallare (cavallaro); al cap. 80 troviamo Serra(de) Romanu.

Nel Condaghe di San Nicola di Trullas, CSNT, XI°, XIII° secolo, sono presenti 13 (de) Serra e quasi tutti appartenenti ai Serra de C(i)ori o Zori o Thori, ramo cadetto dei   Serra (de) Lacon.

Nel Condaghe di San Michele di Salvennor, CSMS, XI°, XIII° secolo, i De Serra nominati sono 22, di cui citiamo: (ai capp. 163 e 174), Barusone de Serra, marito di Jorgia de Thori, a sua volta figlia di Petru De Serra Castra de Thori (176: lo stesso del CSPS 140), teste in una compera al 163 e in una donazione al convento della moglie Jorgia, al 174; ai capp. 5, 14, 15 e 318 è nominato Comita de Serra Pirella, procurator de Fiolinas (attuale Florinas)y pupillo de la villa (padrone del villaggio) ed è lo stesso del CSPS 387 e 400, dove è citato prima come curatore de Frussia (Flussio) e poi come armentariu de sc. Petru (amministratore dei beni di  San Pietro).

Anche nel Codice Diplomatico di Villa di Chiesa sono nominati diversi Serra: relativamente all’anno 1323 è presente Aldobrando de Serra (XIV° secolo paragr.XXIII° riga 47 -  lettera di Ugone di Arborea all’Infante Alfonso dì’Aragona): > Deliberavi nobiles viros Aldobrandum de Serra et Gomitam de Asene [Athen], qui sunt de melioribus et potentioribus Sulcitanorum partium, etc. sono nominati poi altri 11 Serra, oltre a quelli su citati tra i sottoscrittori della Pace di Eleonora, LPDE del 1388.

Attualmente il cognome Serra è presente in 1825 Comuni italiani, di cui circa 300/377 in Sardegna: Cagliari 1208, Sassari 924, Oristano 436, Quartu 393, Alghero 361, Olbia 276, Nuoro 259, Iglesias 252, Carbonia 229, etc. Nel resto d’Italia è Roma ad avere il numero più alto con 1080. 

Nel borgo di Gonnosfanadiga il cognome Serra è poco diffuso, e così è stato anche nel passato. Dai Registri Parrocchiali di Santa Barbara (l'antica chiesa e Parrochhia) abbiamo quanto segue: dal 1826 al 1848 nati e battezzati nessuno; per lo stesso periodo abbiamo un defunto: Serra Emanuela di anni 60. Dal 1848, al 1868 sono registrati 5 nati e 6 defunti. Dal 1849 al 1874, 3 nati e 2 defunti. Anche in passato dunque, il cognome Serra era poco diffuso a Gonnosfanadiga.

 

 


Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 32 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2019 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc