Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

Traversari

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Dettagli

TRAVERSARI:

Traversari (di Ettore Rossoni): “Ha un piccolo ceppo a Chiari nel bresciano, un ceppo a Forlì e nel ravennate a Faenza e Russi, un ceppo, il più consistente, in Toscana, a Marliana e Pistoia nel pistoiese, a Prato, ad Empoli e Firenze nel fiorentino ed a Follonica nel grossetano, con qualche presenza anche in Sardegna. Potrebbe derivare dal termine latino medioevale traversarius (produttore di travi per edilizia). Tracce di queste cognominizzazioni le troviamo a cavallo tra il 1100 ed il 1200: "..Cum autem ei sua penitus deficerent, filios amicorum et fidetium acquisivit, promittendo patribus quod eos ad militarem gloriam promoveret. Ivit postmodum, omnesque pigneri obligavit. Sicque congregato exercitu, venit iuxta Ravennam, ubi reperit Petrum Traversarium, nobilissimum ravennatem civem, qui partem cancellarii fovebat, et congregaverat multos milites ut impediret exercitum istius. ..", ed anche tra la fine del 1300 e la prima metà del 1400 con l'erudito toscano frate camaldolese Ambrosius Traversarius impegnato in azioni diplomatiche per conto di Papa Eugenio IV°, i Traversari furono nel 1200 un ricco casato nobile di Ravenna e del pesarese".

TRAVERSARI: non si tratta di cognome sardo, in quanto importato dalla penisola, dalla Toscana e precisamente dalla provincia di Pistoia. I Traversari arrivati in Sardegna verso la metà del XIX° secolo, erano tagliaboschi e carbonai e poi minatori. I primi  giunsero ad Arbus, paese, che domina la bellissima Costa Verde, di circa 7 mila abitanti, della provincia del Medio Campidano (vedi nel Web - Arbus). Il termine traversari deriva chiaramente dal tardo latino "transversa", deverbale di "transversare", nel suo antico significato, con le varie sfumature avute nel tempo Il significato del cognome è legato probabilmente al mestiere del capostipite: ad esempio, fabbricante di traverse! I Traversari della penisola hanno alla base un nobile e blasonato casato, che trova in Ambrogio Traversari (1386 - 1439), insigne teologo, generale dell'Ordine dei Camaldolesi, legato pontificio al Concilio di Basilea, il personaggio più illustre con quel nome (vedi nel Web - Ambrogio Traversari).

Attualmente il cognome Traversari è presente in 110 Comuni italiani, di cui 3 in Sardegna: Arbus 11, Guspini 6, Gonnosfanadiga 4. Nella penisola è la provincia di Pistoia ad avere il numero più alto di Traversari, con Marliana, 52; Roma ne conta 30.

 

 


Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2022 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc