Menu Principale  

   

Pubblicità  

   

De Murtas; Demurtas

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Dettagli

DE MURTAS; DEMURTAS:

de murtas: letteralmente, dai mirti; dal latino murta o myrta = mirto. Sa murta druci = la coccola del mirto. Il liquore di mirto è oggi uno degli sciroppi più classici della Sardegna. Murta, murtas, sono termini molto frequenti nella toponomastica sarda. Es: Rio Mùrtas, in agro di Arbus; Planu de murta, sa Valle dessa Murta, nel CSNT (capp. 191 - 206), etc. etc. Ricordiamo poi che Murta Urci o Durci è il nome di un centro abitato scomparso. Apparteneva come villa (bidda) medioevale, alla Curadorìa di Campidano, nel regno giudicale di Càrali. Il villaggio fu abbandonato alla fine del XIII° secolo. Oggi è rimasto come toponimo, ad indicare una "cala" in prossimità della Sella del Diavolo e della spiaggia del Poetto, nel golfo degli Angeli, meglio conosciuto come golfo di Cagliari ( vedi nel Web "sa Sedda de su Tiaulu" rime di Giuseppe Concas). Un altro centro abitato scomparso, di nome Murta, si trovava in agro di Monastir. Di origine nuragica, in periodo medioevale fu villa (bidda) appartenente alla Curadorìa di Gippi, nel regno giudicale di Carali. Dal 1324 fu un paese del Regno catalano - aragonese di Sardegna. Fu abbandonato verso la fine del XIV° secolo, probabilmente a causa delle continue guerre tra il Giudicato di Arborea ed il Regno di Sardegna. A Villaputzu, sulla  costa si trova la Torre antibarbaresca di Murtas, detta anche Torre di Quirra.

Il cognome è presente negli antichi documenti della storia e della lingua della Sardegna. In questi è sempre preceduto da "de", ad indicare, probabilmente, la provenienza. Tra i firmatari della Pace di Eleonora, LPDE del 1388, figurano: Murta (de) Joanne, ville Gononò, Gonnosnò; Gonnunou. Partis de Montibus –  vedi app. I^19); Murta Comita, jurato ville Urune, attuale Orune ( Oruni). Curatorie de Anella – vedi app. I^10); Murtas (de) Anthonio, ville Mahara, Mahara - Barbaraquesa .Arbarei -  Villamar. Contrate Marmille – vedi app. I^22); Murtas (de) Barçòlo, ville Mahara; Murtas (de) Coco, ville Mahara; Murtas (de) Francisco, ville Selluri, Sedduri - Seddori: odierno Sanluri – (vedi app. I^29); Murtas (de) Laurencio, curie de Ploaghe, odierno Ploaghe); Murtas (de) Petro, curie de Ploaghe; Murtas (de) Salvadu, jurato ville Solgono, odierno Sorgono. Mandrolisay e Barbagia di Belvì – Vedi app. I^25); Murtas (de) Nicolaus - de Aristanni,  Oristano – (vedi app. I^1); Murtas (de) Margiani, jurato ville de Dure, distrutto - salto di Bitti - Contrate Montis Acuti – Ozieri – vedi app. I^4); Murtas (de) Petro, jurato ville Solli, odierno Silli. Contrate Partis Milis – vedi app. I^18). Sempre nel CDS di Pasquale Tola, al vol. II°, relativamente all’anno 1410 31 marzo, nel novero dei 557 homines oristanesi, i quali prestarono giuramento di fedeltà al re aragonese, in nome e per conto di Leonardo Cubello, ci sono anche Iohanne de Murta e Perdo de Murtas (vedi  app. III^ anno 1410 31 marzo).

Nel Condaghe di Santa Maria di Bonarcado, CSMB, XI°, XIII° secolo, troviamo:  De Murtas Eissu (cap. 194), vende un terra alla chiesa: > comporai a Terico Nonne e a Eissu de Murtas et assas sorres terra et figu et omnia cantu aviant (e tutto quello che avevano) in Pirastru de Zinzalu (località probabilmente sita in agro di Sancte Eru - San Vero), et una terra dae segus (dietro) de domo de Iuanni de Urri (la casa di ) et clompet usque assos ortos dessu erriu (arriva sino agli orti del rio). Dilli in prezu sollos XII de denaris.(gli ho dato in cambio 12 soldi in contanti). Testes..(seguono i testimoni).

Nel Condaghe di San Nicola di Trullas, CSNT, XI°, XIII° secolo, troviamo: De Murta Victoria(cap. 272), serva in Trullas: tramutai (scambio) cun su priore de Ferrukesos. et isse deitimi. me deit latus (la metà del servizio) de Sirica, fiia de Victoria de Murta. Testes.(seguono).

Nel Condaghe di San Michele di Salvennor, CSMS, XI°, XIII° secolo, troviamo, ai capp. 20, 21, 179, 195, Furatu de Murta/s e la figlia Justa de Murta/s: (195 – una donazione di servi – hombres -, al Convento di San Michele,  en Puzu Major > Pozzomaggiore del “donnu” Gosantine de Tori Rodongiu): > Dio (dono) a San Miguel Gosantin de Tori Rodongiu à Juan Viraque entero (per l’intero servizio) y su mujer (la moglie) Greca entera, y su hija de Furatu Murtas entera, etc.

Nel Condaghe di San Pietro di Silki, XI°, XIII° secolo, al caitolo 253 troviamo Elene Murta (serva) e fiios, coinvolti in una lite tra il monastero di scu. Petru e donnu Barusone Masala e donnu Petru de Carvia Variu, per il possesso della servitù - > sa kella dessos Murtas d’Enene < (la schiatta dei Murtas d’Enene); al cap. 282 è nominata Furata Murta, serva, coinvolta in uno scambio tra il monastero e privati: > Ego apatissa Ispethiosa. Inprestaitimi Porca Pala .iiij. libras d’arientu et ego deindeli (le ho dato in cambio) .iiij. omines a serbire prossu prode, isca co li a torrare .iiij. libras d’arientu; deili a serbire a Gabini Pettenatu intregu et a Furata Murta intrega e latus (per la metà del servizio) de Janne Corsu, etc. Al cap. 439 troviamo Comita de Murtas, teste in una donazione a scu. Petru de Silki; al cap. 415, è nominato donnu Barusone de Murtas, in Corona, cioè giudice di tribunale.

Attualmente il cognome De Murtas è presente in 92 Comuni italiani, di cui 22 in Sardegna: Cagliari 40, Oristano 9 Nuoro6, Quartu 6, etc. Demurtas è presente in 173 Comuni italiani, di cui 87 in Sardegna: Cagliari 132, Villa Grande Strisaili 120, Nuoro 83, Tortolì 79, Arzana 67, etc.

 

 

Diritti Di Copyright : Giuseppe Concas

© : http://www.nominis.net

 

   

Cerca  

   

Visitatori Online  

Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online

   
Copyright © 2022 Nominis.net. Tutti i diritti riservati.
Gestione e Manutenzione REMOTE_PC Contatto : email
© remotepc